Grassi Trans danneggiano la memoria

Margarina - Tipico Grasso Trans.

Tipico grasso trans (idrogenato) – Immagine flickr.com

Riassunto:
Mangiare troppi alimenti contenenti acidi grassi trans, secondo un nuovo studio può portare ad un funzione più povera della memoria.

I ricercatori hanno incluso più di 1.000 uomini e donne che hanno completato uno studio-sondaggio dietetico abbinato ad un test di memoria sul ricordo delle parole.

In media, gli uomini con una età media di 45 anni o più giovani, hanno ricordato 86 parole dopo aver visto 104 schede. Per ogni grammo supplementare di grassi trans consumati ogni giorno, la performance è scesa di 0,76 parole. Secondo lo studio, questo si traduce in una previsione di 12 parole ricordate in meno da uomini giovani con un alto consumo di grassi trans.
L’autore ha detto: “I grassi trans sono fortemente legati al peggioramento della memoria negli uomini durante i loro anni di maggior produttività.”. Mentre l’obiettivo primario dei ricercatori era su uomini giovani, i risultati non differiscono materialmente quando si sono incluse donne.

Gli acidi grassi trans sono comunemente utilizzati in alimenti trasformati. La Food and Drug Administration ha recentemente ordinato ai produttori di eliminare questi prodotti in tutta la catena alimentare della nazione, avendo come data limite il 18 Giugno 2018.

pubblicato in PLOS. Link all’articolo originale.

Nota: L’Agenzia americana FDA stima che il divieto di utilizzo dei Grassi Trans potrebbe costare all’industria alimentare fino a $6.2 miliardi nei 20 ani seguenti. I benefici però sono stimati in oltre $140 miliardi in 20 anni come risparmi dovuti ad una minore spesa sanitaria.

Un rimedio peggiore:
Una prima risposta, che si è rivelata almeno affrettata, è stata la sostituzione dei grassi trans con l’olio di palma. Olio naturale estratto dal frutto della palma dell’olio, semisolido a temperatura ambiente (15-25 C°).

Nel 2006 uno studio finanziato dal National Institutes of Health e dalla USDA Agricultural Research Service concluse che l’olio di palma non è un sostituto sicuro per i grassi parzialmente idrogenati (trans fat) nell’industria alimentare, dovuto a che il consumo d’olio di palma si riflette in cambiamenti nel contenuto di colesterolo LDL nel sangue insieme a proteine legate al trasporte dei grassi nell’organismo. Problemi molto simi a quelli legati all’uso dei grassi trans.

 


 

Print Friendly

Lascia un commento